Pubblicità

Daniel K colpevole per accuse legate all'hijacking di più di un milione di router di Deutsche Telekom

Pubblicità

Un ragazzo di 29 anni, nominato dalle autorità come "Daniel K.", si è dichiarato colpevole in un tribunale tedesco il venerdì per accuse legate all'hijacking di più di un milione di router di Deutsche Telekom .

Secondo quanto riportato dalla stampa tedesca , l'uomo britannico, che usava i moniker online "Peter Parker" e "Spiderman", collegato a domini utilizzati per lanciare attacchi informatici alimentati dal noto malware di Mirai, è stato dichiarato colpevole di " tentativo di sabotaggio informatico" . " Il sospetto è stato arrestato il 22 febbraio di quest'anno presso l'aeroporto di Luton a Londra dall'agenzia nazionale della criminalità britannica (NCA) su richiesta dell'Ufficio federale di polizia penale della Germania, il Bundeskriminalamt (BKC).

Pubblicità

L'hacker, noto anche come 'BestBuy', ha ammesso alla corte di venerdì che era dietro l'attacco informatico che ha battuto oltre 1,25 milioni di clienti del fornitore di telecomunicazioni tedesco Deutsche Telekom offline lo scorso novembre.

Secondo le autorità tedesche, l'attacco è stato particolarmente grave e è stato condotto per compromettere i router domestici per iscriverli in una rete di dispositivi dirottati popolarmente chiamati Botnet, che viene offerto in vendita sui mercati web scuri per lanciare attacchi DDoS.

Alla fine dell'anno scorso, i router di Deutsche Telekom sono stati infettati da una versione modificata del malware di Mirai - famigerato malware di IoT che scansioni per router insolenti, fotocamere, DVR, E altri dispositivi di IoT e li schiaccia in una rete botnet - causando danni di oltre un milione di sterline, ha detto la società all'epoca.

Mirai è lo stesso botnet che ha lanciato l'intero Internet in via offline l'anno scorso lanciando massicci attacchi di distribuzione denial of service (DDoS) contro il provider di Dyn DNS, paralizzando alcuni dei siti più grandi e più popolari del mondo, tra cui Twitter, Netflix, Amazon, Slack, E Spotify.

La BKA si è coinvolta nell'inchiesta poiché l'attacco alla Deutsche Telekom è stato considerato una minaccia per l'infrastruttura di comunicazione della nazione.

2017-07-25
Pubblicità